1.348 Letture

Vorrei viverti ogni giorno


Caro Inchiostro di Puglia,
voglio raccontarti una storia probabilmente come le altre, ma che per me rimane l’ “unica”.


La ragazza a sinistra, che tiene il mio viso fra le sue mani è mia sorella. Lei che vive lontana da casa ormai da 5 anni; partita poco più che 18enne per rincorrere i suoi sogni e il suo futuro.


Chi ha una sorella può capire. Anche se capirebbe solo in parte, perché io sento che il nostro rapporto è speciale.


Dire che lei è parte di me, la mia esatta metà e ogni volta che ci separiamo la porto nel cuore con me, sarebbe tutto vero, ma non basterebbe.


Quando da Milano “scende” in Puglia è sempre festa grande per tutti.


Per i miei nonni aspettano il suo ritorno con qualche soldo in più nel caso dovesse servirle per comprare il gelato.
Per i miei genitori l’accolgono con diversi boccacci che contengono qualsiasi tipo di cibo.
E per i nostri amici la portano a più bar possibili per fare rifornimenti di gossip.


Ma poi ogni volta è sempre la stessa storia: lei parte e io in lacrime.


Non si porta via solo due valigie ricche di cibo, mare e aria di Puglia… ma si porta via parte di me. 


Ogni volta che lei riempie quella valigia, mi viene una stretta al cuore. Perché lei è mia sorella. È la mia vita. E vorrei viverla ogni giorno. 


Milano le ha dato tanto, la laurea e tante possibilità. Ma è la Puglia, Molfetta, che le manda amore ogni giorno.


Anna Chiara