1.771 Letture

Non molliamo mai

Caro Inchiostro di Puglia…
Mi chiamo Alberto e oggi voglio raccontarti la mia storia.


Sono cresciuto a Lecce con la mia famiglia. 
Spinto dalla voglia di conoscere cose nuove e entusiasta di intraprendere la carriera universitaria che tutti si aspettavano da me, decisi di iscrivermi all’università.


La cosa però durò poco e ben presto abbandonai gli studi per iniziare a cercare lavoro. La mia terra, la Puglia, non offriva niente. Niente di niente. L’unica soluzione era andare via.


E così decisi di prendere un treno e partire verso il nord. Il lavoro lo trovai quasi subito, tra un fast food e una catena di pizzerie. Le mie giornate erano tutte uguali e i sacrifici per rimanere a galla erano assai. Ed ero anche lontano da tutto quanto mi era di più caro. Ne valeva la pena? “No”.


Decisi di tornare, con la coda tra le gambe e ancora confuso sul da farsi.


Tornato a Lecce, trascorrevo le mie giornate sul divano guardando il soffitto, niente mi poteva risollevare. Finché un giorno mi fu tutto chiaro. Dovevo reagire. E la mia terra doveva reagire con me. Continuavo a pensare “sono tornato e non ho alcuna intenzione di andare via ancora”.


Devo a mia madre l’inizio dell’attività. Le ho chiesto un prestito, qualche centinaia di euro per l’acquisto di un computer. Ho iniziato a lavorare da casa. Vendevo condizionatori e il garage era il mio magazzino.


Ho iniziato così e da quel momento non ho mai mollato. Il mio sogno oggi si è avverato: Deghi oggi è una S.p.A. (Premio Negozio Web Italia 2018) e conta 63 dipendenti con un’età media di 30 anni.


Ma questa è soltanto una parte della mia storia. Il bello deve ancora venire.
Di una cosa sono convinto “A volte un vincitore è semplicemente un sognatore che non ha mai mollato”.


E noi, non molliamo mai!


Post Facebook – 13 Novembre 2018

Caro Inchiostro di Puglia,Mi chiamo Alberto e oggi voglio raccontarti la mia storia. Sono cresciuto a Lecce con la…

Pubblicato da Inchiostro di Puglia su Martedì 13 novembre 2018