653 Letture

Nicola Conversa – Nella mia testa


Nicola Conversa. Autore per il web e la televisione ma soprattutto un grande amico di “Inchiostro di Puglia”.


In questi giorni debutta per Rizzoli con il libro “Nella mia testa”. Ed è già PRIMO nelle classifiche di Amazon. Madò.


Partendo dalle strade di Taranto, passando per il successo sul web, fino ad arrivare ad oggi…


Abbiamo chiesto a Nicola di raccontarci la sua storia.



Caro Inchiostro di Puglia.
Mi chiamo Nicola, vengo da Taranto e ho 31 anni…


Un attimo, un passo indietro…
Nella mia testa, ho di nuovo 16 anni e sono nel mio Liceo, il “Quinto Ennio” a Taranto. Quando il mio Professore di Italiano dopo aver letto ad alta voce un mio tema, scegliendo lentamente tutte le parole, senza neanche guardarmi dice…


“Se questo vuole scrivere, inventare storielle per mangiare, farebbe meglio ad aprire gli occhi e guardare la realtà.”


Il mio Professore conosceva quelli che erano miei sogni e quelle parole per me pesavano come macigni.


Inutile mentire.
Alcune parole ti colpiscono più forte di altre.
Alcune parole ti rimangono cucite addosso.
Anche se non vuoi.
Anche perché alcune persone dovrebbero imparare a pesare le parole.
“…Farebbe meglio ad aprire gli occhi.”


Quella frase rimbomba ancora nella mia testa fino a quando mi accorgo che a fare più rumore c’è qualcos’altro.
E’ un lento bussare. Proviene da un angolo del mio cervello, dove vivono delle storie.
Loro vogliono uscire, esistere.
Io invece ho paura.
A loro non importa cosa dice la gente, a loro non importa di essere giudicate, loro si accettano così. Hanno tutto il coraggio che io non avrò mai.


Gli anni passano e quelle storie continuano a bussare. Così decido di aprire e lasciarle uscire.
Grazie all’aiuto dei miei amici che le mettono in scena “sopra a internet”. Youtube era agli albori. Nessuno di noi immaginava quello che sarebbe diventato.


Cominciamo a produrre video. Piccoli cortometraggi sul canale NIRKIOP. Così le mie storie hanno la possibilità di raggiungere milioni di persone e di aprirmi tante porte.


Senza manco accorgermene quel “gioco” era già diventato il mio “lavoro”. E quasi non ci credo quando mi comunicano che un nostro corto (dedicato alla città di Taranto) finisce nella “cinquina” dei David di Donatello.


A seguire arriva la Tv. Scrivo storie dedicate ai più giovani che diventano serie televisive per la Rai e per Disney Channel.


“…Farebbe meglio ad aprire gli occhi e guardare la realtà.”


Aveva ragione il Professore.
L’ho fatto ed è la sensazione più bella che abbia mai provato.
Perché tante volte dobbiamo essere più forti di chi ci ferma. Perché alcuni muri possono diventare trampolini.
Fino ad arrivare ad oggi.


Nella mia testa, ho scritto un libro pieno zeppo di piccole storie. Il mio primo libro.


Apro gli occhi e sta succedendo per davvero.


Meh statevi bene.


Un saluto a tutti i pugliesi sparsi a tutte le parti.

Il Libro su Amazon https://amzn.to/3mSTmfa