1.126 Letture

È partito. Mo speriamo che arriva.

Caro Inchiostro di Puglia…

Già… Perché dietro a tutti i pacchi arrivati e fotografati sui social c’è la stessa speranza… “speriamo che arriva!”


Il mio ennesimo pacco l’ho spedito poche ore fa, perché anch’io come tanti qui, ho una parte del cuore a più di 1000 km da me. Difficile spiegare il valore che ha quel ‘pacco’ per chi lo riceve, ma anche per chi lo prepara e spedisce.


Quanti pensieri (se lo mandiamo oggi, arriverà “giusto”?), quante preparazioni (dolci e salate), quanta carta che avvolge quei boccacci (ancora si rompono), quanto nastro adesivo… per spedire un po’ del nostro “mondo”.


Quel mondo che si vuole condividere con chi amiamo. E sì, perché se un pacco lo spedisci vuol dire che non puoi consegnarlo con le tue mani, ecco perché ogni pacco porta con se anche tanta malinconia e tristezza, ma a questo non ci pensiamo, noi siamo forti (certo come no!).


E poi finalmente ti squilla il telefono. E’ arrivato!


E lì sei felice, anche se in realtà è Natale e chi ami è lontano!


Sei felice perché la tua ‘missione’ è andata a buon fine. Perché quel pacco, una volta aperto, profuma di Puglia, di casa, di amore!


Buon Pacco a tutti!
(Mariella)


Post Facebook – 20 Dicembre 2017

È andato. È partito. E mo speriamo che arriva.Già… Perché dietro a tutti i pacchi arrivati e fotografati sui social…

Pubblicato da Inchiostro di Puglia su Mercoledì 20 dicembre 2017