338 Letture

Domingo, Brainpull


Qualche tempo fa su InchiostroDiPuglia vi abbiamo raccontato l’avventura di Pescaria. E’ stata in quell’occasione che abbiamo conosciuto anche Domingo e la sua Brainpull. Agenzia che da Conversano, in mezzo agli ulivi, sta facendo cose molto importanti nel mondo della comunicazione…


Caro Inchiostro di Puglia,
mi chiamo Domingo e vivo a Conversano, sono co-fondatore di Brainpull, agenzia di marketing e comunicazione, che oggi ha una sede anche a Milano. E sono co-fondatore di Pescaria, di cui forse avrai già sentito parlare 😊


Ho studiato all’università di Bari, dove mi sono specializzato in Marketing con una Tesi di Laurea sul “Panzerotto”. Perché ho sempre creduto che la Puglia avesse tanto da dare ad uno dei mercati più floridi della ristorazione: quello del fast food.


Anche per questo, dopo una breve parentesi a New York e a Milano, ho deciso di tornare in Puglia e da qui ho ricominciato.


Brainpull è la nostra personale “piccola storia” di emigrazione al contrario. E’ nata in Puglia nel 2012. In un garage, con 7 sedie e 7 tavoli dell’Ikea e il risentimento di mia madre che improvvisamente non sapeva più dove mettere la legna.


Oggi siamo tra le prime agenzie marketing nel Sud Italia e vantiamo clienti nazionali e internazionali: anche se arrivare fino a qui è stato tutt’altro che semplice.


Ci siamo costituiti in forma di cooperativa, adottando un regolamento simile a quello degli studi di avvocati in America. Chiunque, entrando, può ambire a diventare un socio, facendo il lavoro che ama nella terra che sceglie.


Chiunque entra in Brainpull lavora solo per Brainpull ed è cosciente che il più grande capitale in essa è il tempo che le persone decidono di investire sul gruppo e sulla sua crescita.


Forse è anche grazie a questo che siamo riusciti a crescere, contro ogni pronostico e contro le avversità di un mercato scettico, di un sistema contrattualmente inadeguato e di una concorrenza spietata. Ostacoli che per noi sembravano insormontabili. Brainpull infatti è nata da zero, non ha contatti e capitali alle sue spalle. E’ nata in un garage. In un piccolo garage di Conversano.


Eppure oggi ha la retribuzione media tra le più alte in Italia, con una età media di 27 anni tra gli occupati del gruppo.


Grazie a questo abbiamo riportato tanti talenti qui al sud e impedito a molti di andare via. Abbiamo anche assunto persone nate fuori dalla Puglia e dall’Italia. Perché crediamo che questo sia un posto dove la gente deve “immigrare” e non “emigrare”.


Abbiamo orgogliosamente e ostinatamente tenuto la nostra sede operativa qui al Sud, dove oggi lavoriamo in 40 e dove pianifichiamo di diventare 50 entro la fine del 2019.


E mia madre è felice, perché ha ripreso possesso del garage.


Sono diventato due volte papà e nel frattempo abbiamo co-fondato Pescaria, con Bartolo e Lucio. Pescaria per me significa tanto: è la prova lampante che persone diametralmente opposte e lontane per professione e formazione, possano collaborare realizzando qualcosa che altri reputano impossibile.


Siamo un gruppo di imprese, impieghiamo quasi 150 persone (e diventeremo 200 entro l’anno). Siamo esausti ogni fine giornata, ma non siamo ancora stanchi. Abbiamo i piedi ben saldi in questa terra e lo sguardo che guarda al di là, oltre i confini di questa regione.


Crediamo di poter diventare leader nel nostro campo. La strada è ancora lunga. E non si arriva alle stelle senza asperità.


Domingo Iudice


Facebook.com/brainpull

Instagram.com/brainpull

www.brainpull.com

Qualche tempo fa su InchiostroDiPuglia vi abbiamo raccontato l’avventura di Pescaria. E’ stata in quell'occasione che…

Pubblicato da Inchiostro di Puglia su Martedì 15 ottobre 2019