496 Letture

Buona la Puglia

Se il prestigioso “New York Times”, lo scorso agosto, ha definito la Puglia meta meravigliosa con luoghi da favola e da “food coma” un motivo ci sarà! Anzi, non solo uno, ma tanti e buoni, soprattutto a tavola, perché in Puglia tutto ciò che ha a che fare con il cibo non è semplicemente alimentazione, ma veri e propri riti ancestrali esaltati dalle ricette della tradizione e dalla genuinità di prodotti di una terra autentica, baciata dal sole e dal clima mite.


Ebbene si, anche il New York Times si è lasciato trasportare dalla Puglia e, lo scorso agosto, l’ha raccontata attraverso le parole di Sebastian Modak, in giro nei luoghi per i quali è stata scelta a gennaio fra le 52 mete da visitare nel 2019. Gli ingredienti principali, secondo il giornalista, sono l’insieme di paesaggi e borghi autentici e poi la cucina che, con orecchiette con le rape, fave cicorie o capocollo, provoca quello strano “food coma”, una piacevole sonnolenza post pranzo che ben si concilia con una vacanza rilassante e benefica per la salute.


Una cucina inconfondibile – fatta di sapori antichi e rispetto delle stagioni, che si divide fra i piatti dell’entroterra e quelli della costa, unici, che non passano mai di moda e conquistano tutti, sin dal primo assaggio – che il prossimo 23 ottobre sbarca nel cuore di Milano con “Buona la Puglia”, progetto di valorizzazione e promozione territoriale ideato da “Comunica – Creative Company” di Manfredonia (Fg) in collaborazione con Regione Puglia e Pugliapromozione.


L’evento, si svolgerà nelle due sedi di “Pescaria” – brand in forte ascesa a livello internazionale e divenuto simbolo stesso della Puglia – di via Bonnet e via Solari con corner informativi per distribuzione flyers e gadget, proiezione di immagini turistiche della Puglia, cooking show di Chef Lucio Mele, workshop sull’enogastronomia pugliese con importanti giornalisti e stakeholders istituzionali ed aperitivo tipico.


Un connubio perfetto tra la Puglia – meta sempre più trendy e frequentata da italiani e stranieri – e Milano, la città italiana business friendly, mediaticamente e culturalmente più cool dell’ultimo lustro, emblema del life style dopo “Expo 2015” che come tema aveva proprio quello dell’importanza del cibo e dell’alimentazione.


E “Buona la Puglia” in quel di Milano farà “sposare” i sapori ed i saperi di tutte e sei le province da Poggio Imperiale e Santa Maria di Leuca (Foggia, Barletta-Andria-Trani, Bari, Brindisi, Lecce e Taranto): a “celebrare” sarà chef Lucio Mele con uno showcooking tanto spettacolare quanto unico nel suo genere, con un mix di prodotti e ricette tra tradizione ed innovazione, gusto ed estetica.


Partners di “Buona la Puglia – a Milano” sono due punti di riferimento ed avamposti dell’identità regionale nel panorama nazionale (e non solo), che in questi ultimi anni hanno contribuito al “contagio virale” della pugliesità: l’Associazione “Pugliesi a Milano” ed “Inchiostro di Puglia”.


Durante tutta la giornata del 23 ottobre, presso le sedi di Milano di “Pescaria” sarà possibile degustare il panino “Buona la Puglia” con polpo in umido, favetta, cicoria e chips di cipolla di Acquaviva. Più Puglia di così!


Articolo Pubbliredazionale