Mese: gennaio 2018

Rino, il ragazzo della carne.

Rino, il ragazzo della carne di Tommy Dibari (tratto dal libro “Inchiostro di Puglia”)   1982. Quell’estate Barletta scottava come un ferro da stiro bollente, il caldo inzuppava le ossa e si stava soffocati come pulcini dentro una scatola di scarpe. Se provavi a tirare su la testa per respirare, il mondo appariva in una […]

Torna “La Notte di InchiostroDiPuglia” 

24 Aprile 2018 torna “La Notte di InchiostroDiPuglia”   Dopo il grande successo dello scorso anno, quando 100 “Fortini Letterari” hanno ospitato oltre 300 Eventi Letterari, torna con la sua 4a Edizione “La Notte di ‪#‎InchiostroDiPuglia”   Per una serata le librerie, i caffè letterari e le sedi associative dislocate in ogni angolo della Puglia si […]

“Mangiare a Tavola 28!”

Oggi si mangia a tavola (o casa) 28!   Nelle radici della cultura popolare dei nostri padri ricorre la locuzione “mangiare a Tavola 28 o a Casa 28”, che significa ‘essere ospiti a casa di amici e parenti, a pranzo o a cena’. Questo modo di dire, ben attestato nella Puglia settentrionale, è presente anche […]

20 minuti.

“Sei vicino, al massimo 20 minuti”   C’è un luogo dove tutto è “a 20 minuti”.   Una cena in masseria, un concerto, il mare, un borgo antico. In fondo che sono 20 minuti? Il tempo di attraversare tre province, quella barese, altezzosa; quella tarantina, signorile, e quella brindisina, più combattiva, ruspante, normanna.   E […]

“Sta arrivando Paoluccio!”

“Sta arrivando Paoluccio!” (o anche Paolo, Zio Paolo o Paolino)   E’ un espressione che in molte parlate centromeridionali si usa per dire in senso figurato: “ho molto sonno”. Ma perché quel nome sta lì a simboleggiare il sonno? Quale storia si nasconde dietro questa espressione? Mo ve lo diciamo noi.   “Paoluccio” è una […]

Il corredo.

IL CORREDO   Accade, ad un certo punto della tua esistenza, ma non è detto, a volte non accade, che arrivi un momento magico, l’emblema del passaggio da bambina a donna. Questo momento è, e sarà per tutti i secoli dei secoli “mpusimare” il tuo corredo.   Avevi circa otto anni ed il pube ancora […]

“La zita di Turre”

LA ZITA DI TURRE (di Torrepaduli)   * Torrepaduli è l’unica frazione di Ruffano in provincia di Lecce. ** Attenzione che ‘sta storia è un poco PULP! (Versione confermata)   Due fidanzati volevano sposarsi nella chiesa Madre di Torrepaduli, così prima del loro matrimonio organizzarono ogni cosa per bene affinché tutto andasse per il meglio. […]

“La zita di Pulsano”

LA ZITA DI PULSANO (Sulla vicenda della “zita di Pulsano” girano diverse versioni. Ma da accurate ricerche web e interviste ad alcuni vecchi saggi del posto, questa risulta essere la storia più accreditata.)   La storiella che dà origine a questo modo di dire tutto tarantino è ambientata a Pulsano, un paese a circa 15 […]

“La zita di Ceglie”

Perché si dice: “E’ rimasta come la zita di Ceglie”?   LA ZITA DI CEGLIE (Ceglie è una frazione/quartiere di Bari “Ceglie del Campo”)   La leggenda narra che: Era il 1935, piena epoca Fascista, una giovane ragazza di Ceglie si era innamorata di un militare di Bari che era così bello da far impazzire […]

“N’derr alla lanz”

Perché “N’derr alla lanz”? Perché questo luogo della città di Bari viene chiamato così?   «Perché le barche in legno, i gozzi, in dialetto barese si chiamano “lanz”. Una volta i pescatori arrivavano qui, attraccavano le loro barche e buttavano a terra il pesce da vendere, e chi lo comprava diceva di averlo acquistato da […]